La lettera di Paolo Siani agli studenti delle scuole dell’Emilia Romagna